Michael Musone

Claudio Caporaso e il mito ancestrale della donna

Claudio Caporaso scultore raffinato ed interpreta a tutto tondo  i centrali soggetti che ruotano a 360 gradi attorno alla scultura compresi i monumenti commemorativi pubblici.
Claudio Caporaso ha inventato rendendolo visibile quel eterno femminino che concede alle sue molteplici figure femminili di vivere tutti i sentimenti umani che si concentrano dall’ amore all’ odio mostrando queste donne che esternano sempre l’ eroico modo di vivere fra la sofferenza del vissuto e il distacco solenne delle antiche regine con le trasformazioni in seno del mito.
Fluide e tormentate al contempo, donne vere come si possono in ogni momento trovare, questo  è l’ immaginario archetipale idealizzato da Claudio Caporaso. Sempre soggetti alteri ed umili rispecchianti a pieno la condizione umana che vivono. Un arte meravigliosa quella del Caporaso che crea da una mutevole scelta di materiali il suo compito artistico che è quello di tramandare il suo sentimento verso l’ arte che opera fino a spingerlo a scaturire quell’ innata sensazione di bello e tragico che ammanta tutta la sua produzione artistica.


 

Firenze dicembre 2007

[…] Il maestro Caporaso, perché di grande maestro dobbiamo parlare, imprime alle sue opere un pathos di alta suggestione emotiva e visiva.
Ha al suo attivo mostre personali e collettive in qualificati luoghi espositivi.
Le sue composizioni palpitano di una vivida forma di vita che trasmette nelle sue elaborate composizioni, perciò incanta gli spettatori e le giurie che lo gratificano con numerosi primi premi benché viva e risieda a La Spezia.
Caporaso è già in visione in vari punti espositivi italiani ed esteri di grande importanza.
Molteplici sono le opere pubbliche commissionate a questo talentuoso artista, espressivo quando si cimenta nei suoi bronzi colorati, in movimentate opere che seguono i miti mitologici e forza e piena maturità traspare dalle sue forme scultoree tratte da realismo quotidiano.
Un impegno artistico a tutto tondo l’accompagna nella tortuosa e splendente strada dell’arte.
Uomo di grande passione lo rilevano le sue interpretazioni in tutte le varie materie cui abilmente da vita.
Possiede inoltre un’infinita gamma di qualifiche inerenti all’arte che lo paragonano ad un moderno artista rinascimentale.
Trattasi di artista di grande futuro che troverà giusta collocazione ai vertici della storia dell’arte; previsione scontata stante quanto sino adesso dimostrato.

Michael Musone
Critico d’arte Firenze